Chi Siamo

ArtesMechanicae è un gruppo di ricerca impegnato nello studio della storia della scienza e della tecnologia, caratterizzato da un approccio interdisciplinare che integra i metodi storiografici tradizionali con strumenti di analisi, classificazione e visualizzazione mutuati dall’ingegneria e dall’informatica.

L’attività di ArtesMechanicae è diretta da un comitato scientifico internazionale composto da specialisti di varie discipline storico-umanistiche e scientifico-ingegneristiche, i quali promuovono continuamente i risultati della ricerca in congressi e workshop.

ArtesMechanicae promuove la cultura tecnico-scientifica attraverso la progettazione e realizzazione di mostre, fornendo consulenze museografiche, eseguendo restauri, realizzando prodotti editoriali, modelli di macchine e strumenti scientifici ricostruiti con fedeltà filologica.

Tirari e alzari

Tirari e alzari sono i termini della lingua italiana con i quali in epoca tardomedievale e rinascimentale venivano indicati i sistemi di trazione per gli spostamenti verticali e orizzontali: gru, alzacolonne, spostaobelischi, argani, taglie etc.., tutti gli “ingegni” che un ingegnere doveva conoscere per esercitare la propria professione. 

Il libro

pub_01.jpg

Il libro Tirari e Alzari ripercorre la storia delle gru partendo dall'antichità fino al rinascimento, offrendo una chiave di lettura che unisce l'interpretazione filologica e l'analisi ingegneristica. Un particolare rilievo viene dato alla figura di Leonardo da Vinci i cui manoscritti costituiscono una delle testimonianze più importanti per la storia di queste macchine sia per i suoi contributi innovativi, sia per gli studi da lui condotti sulle soluzioni presentate da altri ingegneri come gli spettacolari modelli di gru da lui studiati nel cantiere della cupola del duomo di Firenze, ideati da Filippo Brunelleschi.

La mostra

DSC_0009.jpg

La mostra Tirari e Alzari presenta al visitatore alcuni dei principali modelli di gru e sistemi di posizionamento dei carichi che hanno segnato lo sviluppo di queste tecnologie.

Le gru

DSC_0015.jpg

Ogni modello è il risultato di uno studio filologico che parte dalla fonte, dalla sua collocazione storica e, passando da un attento studio ingegneristico arriva ad una o più ipotesi di ricostruzione della macchina, presentato attraverso il modello fisico ricostruito tenendo conto delle tecniche e dei materiali del tempo, modelli e animazioni 3D.

Ricerca

filologia_N.jpg

ArtesMechanicae affronta lo studio della storia della scienza e della tecnologia con un approccio interdisciplinare, impiegando una molteplicità di fonti, una grande varietà di strumenti e conivolgendo sempre il maggior numero possibile di competenze diverse. Ricerche così condotte portano alla pubblicazione di articoli, saggi e volumi che oltre a ricevere sempre una grande attenzione da parte degli ambienti accademici, sono capaci di destare notevole interesse anche nel grande pubblico.

News

I modelli di ArtesMechanicae al Museo del Louvre a Parigi
15/09/2015

I modelli di ArtesMechanicae al Museo del Louvre a Parigi

Artes Mechanicae presenta due macchine volanti a fianco di altre provenienti dal Museo Leonardiano di Vinci all'auditorium del Louvre nell'ambito della serie di conferenze "24 heures avec Léonard" il 19 e e il 20 settembre 2015.
La conferenza tenuta dal professor Pascal Brioist dell' Università di Tours, dedicata al tema del volo, metterà in evidenza le nuove interpretazioni avanzate da ArtesMechanicae dell'ala volante e del paracadute progettati da Leonardo.

 

http://www.louvre.fr/progtems/24h-avec%E2%80%A6-leonard-de-vinci

 

Serata Leonardiana nella Pieve di San Pietro a Gropina
29/08/2016

Serata Leonardiana nella Pieve di San Pietro a Gropina

Nel suggestivo scenario della della pieve romanica di Gropina nel comune di Loro Ciuffenna (AR),  Andrea Bernardoni e Marco Versiero hanno tenuto una conversazione  dal titolo Leonardo Artista e ingegnere. I due interventi hanno ripercorso e contestualizzato le principali vicende biografiche, artistiche e ingegneristiche, di Leonardo, alla luce dei  recenti contributi storiografici  presentati nella mostra Leonardo di Vinci 1452-1519 allestita a Milano, Palazzo Reale, dal 16 aprile al 19 luglio 2015.

"fervidus ignis" discorsi sul fuoco tra Cinque e Seicento, 16-17 giugno, dipartimento di filosofia, Università La Sapienza, Roma.
24/06/2016

"fervidus ignis" discorsi sul fuoco tra Cinque e Seicento, 16-17 giugno, dipartimento di filosofia, Università La Sapienza, Roma.

Nell'ambito del dottorato permanente di Storia della Filosofia si sono tenute due giornate di lavoro sul tema del fuoco e le sue declinazioni, nella scienza, nell'arte e nella letteratura tra XVI e XVII secolo. Artes Mechanicae ha partecipato con una relazione dal titolo: Pratica e teoria del fuoco negli scritti di Leonardo da Vinci e Vannoccio Biringuccio.

Ateliers du Campus Condorcet (Paris) - 7 giugno 2016 - "La maquette, so what? "
10/06/2016

Ateliers du Campus Condorcet (Paris) - 7 giugno 2016 - "La maquette, so what? "

Il 7 giugno 2016 si è svolta la terza sessione del programma seminariale 2015-2016 del Campus Condorcet (Parigi) dal titolo "La reconstitution - processus heuristique et/ou objet de médiation ?", in collaborazione con il Centre Alexandre Koyré (CNRS-EHESS-MNHN), SAPRAT (EPHE), ILJ-CEDRIC (Cnam), CTHS (Ecole Nationale des Chartes), CEMS (CNRS-EHESS), IDHES (Université d’Evry-Val d’Essonne & Université de Paris 8), SPHERE (CNRS-Paris7), e la Direction générale des patrimoines (DGP/DPRPS). Nell'ambito della sessione, dal titolo "La maquette, so what ?", ArtesMechanicae ha partecipato con un intervento dal titolo: "The analysis of ancient machines through the integration of traditional knowledge and ...

Simposio intenazionale su Al-Jazari, 13-14 Maggio 2016, Università di Mardin, Turchia
27/05/2016

Simposio intenazionale su Al-Jazari, 13-14 Maggio 2016, Università di Mardin, Turchia

L'Università Artuklu di Mardin in Turchia ha organizzato un simposio internazionale su Al-Jazari, ingegnere e scienziato arabo del XII-XIII secolo. I lavori, articolati in due giornate, hanno contribuito ad analizzare e contestualizzare storicamente le macchine disegnate nel Compendio sulla Teoria e sulla Pratica delle Arti Meccaniche (Al-Jami 'Bayna' l-'ilm wa-'l-'amal al-Nafi 'fi sinat'at al-hiyal). Artes Mechanicae ha presentato una relazione dal titolo Leonardo e la meccanica nel Rinascimento, nella quale Andrea Bernardoni ha analizzato alcuni aspetti dell'ingegneria leonardiana e i progetti ideati da Leonardo per il Sultano Bayazid II.